Ats
Tumore polmone
OncoPneumologia

Endosonografia combinata endobronchiale ed esofagea per la stadiazione linfonodale mediastinica nel cancro del polmone


Le linee guida raccomandano l’endosonografia con agoaspirato per la stadiazione linfonodale mediastinica nel cancro polmonare non-a-piccole cellule, ma la maggior parte non specifica se questa debba avvenire attraverso l'endoscopia endobronchiale ( EBUS ), l'endoscopia esofagea ( EUS ), o entrambi.
È stato valutato il valore aggiunto e l'accuratezza diagnostica dell’uso combinato di EBUS e EUS.

Per la revisione sistematica e meta-analisi ad effetti casuali sono stati inclusi studi pubblicati tra il 2000 e il 2016 che hanno valutato la precisione dell'uso combinato di EBUS e EUS nel rilevare metastasi linfonodali mediastiniche ( malattia N2/N3 ) in pazienti con tumore del polmone.

Per ogni studio incluso, sono stati estratti i dati su età e sesso dei partecipanti, criteri di inclusione per quanto riguarda lo stadio tumorale all'imaging, dettagli del protocollo di test endoscopico, durata di ogni procedura endoscopica, numero di linfonodi campionati, gravi eventi avversi che si sono verificati durante le procedure endoscopiche, standard di riferimento, tabelle per EBUS, EUS, e approccio combinato.

È stato valutato il valore aggiunto ( aumento assoluto della sensibilità e nel tasso di rilevamento ) dell'uso combinato di endoscopia intrabronchiale ed endoscopia esofagea nel rilevare metastasi linfonodali mediastiniche rispetto a ciascuno dei due test da soli, e l'accuratezza diagnostica ( sensibilità e valore predittivo negativo ) di un approccio combinato.

Sono stati inclusi 13 studi con 2.395 pazienti nell'analisi. la prevalenza mediana della malattia N2/N3 è stata del 34%.

In media, l'aggiunta di endoscopia esofagea a endoscopia intrabronchiale ha aumentato la sensibilità di 0.12, e l'aggiunta di endoscopia intrabronchiale alla endoscopia esofagea ha aumentato la sensibilità di 0.22.

La sensibilità media dell'approccio combinato è stata pari a 0.86 e il valore predittivo negativo medio è stato di 0.92.

Il valore predittivo negativo medio è stato significativamente più alto negli studi con una prevalenza del 34% o inferiore ( 0.93 ) rispetto a studi con una prevalenza di oltre il 34% ( 0.89; P=0.013 ).

Non sono state trovate differenze significative nella sensibilità media e nel valore predittivo negativo tra gli studi che hanno eseguito EBUS prima o EUS prima, o tra gli studi che hanno utilizzato una scopia EBUS o una ecoendoscopia regolare per eseguire EUS.

L'uso combinato di endoscopia intrabronchiale e di endoscopia esofagea migliora in modo significativo la sensibilità nel rilevare metastasi linfonodali mediastiniche, riducendo la necessità di procedure di stadiazione chirurgica. ( Xagena2016 )

Korevaar DA et al, Lancet Respiratory Medicine 2016; 4: 960-968

Pneumo2016 Onco2016



Indietro