Alleanza Mediterranea Oncologica in Rete
OncoPneumologia
Ers
Tumore polmone

Infezione respiratoria acuta e uso di farmaci anti-infiammatori non-steroidei sul rischio di infarto acuto del miocardio


Studi precedenti hanno suggerito che le infezioni respiratorie acute ( ARI ) e l'impiego di farmaci anti-infiammatori non steroidei ( FANS ) potrebbero innescare l'infarto acuto del miocardio ( IMA ).
In alcuni Paesi, i medici prescrivono i FANS per i pazienti con infezione respiratoria acuta per il sollievo dei sintomi.
Tuttavia, nessuna ricerca ha valutato se i FANS utilizzati durante gli episodi di infezione respiratoria acuta possono aumentare il rischio di infarto acuto del miocardio.
I ricercatori hanno individuato 9793 pazienti con una ospedalizzazione incidente di infarto miocardico acuto ( data indice ) tra il 2007 e il 2011.

E' stato confrontato lo stato successivo all'esposizione tra il caso ( 1-7 giorni prima della data indice ) e il periodo di controllo corrispondente ( 366-372 giorni prima della data indice ): uso di FANS durante gli episodi di infezione respiratoria acuta, episodi di infezione respiratoria acuta senza utilizzo di FANS, impiego solo di FANS, o nessuna esposizione.

L'uso di farmaci anti-infiammatori non-steroidei durante l'infezione respiratoria acuta è risultato associato a un aumento del rischio di infarto del miocardio acuto di 3.4 volte ( odds ratio corretto [ aOR ] = 3,41, intervallo di confidenza del 95% [ IC ] = 2.80-4.16 ), infezione respiratoria acuta senza l'uso di FANS con un aumento del rischio di 2.7 volte ( aOR = 2.65; IC 95% = 2.29-3.06 ), e l'uso solo di FANS era associato a un rischio aumentato di 1.5 volte ( aOR = 1.47; IC 95% = 1.33-1.62 ).

Inoltre, i FANS, somministrati per via parenterale, sono risultati associati a un rischio molto più elevato nei pazienti con infezione respiratoria acuta ( aOR = 7.22; IC 95% = 4.07-12.81 ).

In conclusione, i farmaci antinfiammatori non-steroidei utilizzati durante gli episodi di infezione respiratoria acuta, in particolare i FANS per via parenterale, sono associati a un ulteriore aumento del rischio di infarto miocardico acuto. ( Xagena2017 )

Wen YC et al., J Infect Dis 2017; 215: 503-509

Inf2017 Pneumo2017 Cardio2017 Farma2017


Indietro