Pneumobase.it
OncoPneumologia
Tumore polmone
Esmr

Asma: Tiotropio associato a corticosteroide a basso dosaggio per via inalatoria


L’aggiunta dell’anticolinergico Tiotropio bromuro ( Spiriva ) alla terapia con glucocorticoidi a basso dosaggio per via inalatoria permette di meglio controllare i sintomi e la funzionalità polmonare rispetto all’aumento di 2 volte del dosaggio di corticosteroide nell’asma.
Inoltre, l'aggiunta di Tiotropio è efficace quanto l'aggiunta di Salmeterolo ( Serevent ), un beta-agonista a lunga durata d’azione ( LABA ).

Lo studio è stato realizzato dal National Heart, Lung, and Blood Institute ( NHLBI ).

TALC ( Tiotropium Bromide as an Alternative to Increased Inhaled Glucocorticoid in Patients Inadequately Controlled on a Lower Dose of Inhaled Corticosteroid ) è uno studio in triplo cieco, cross-over a 3 vie, controllato con placebo, che ha esaminato due ipotesi.
La prima ipotesi è che l'aggiunta di Tiotropio bromuro ai corticosteroidi per via inalatoria sia superiore rispetto al raddoppio della dose dei glucocorticoidi.
La seconda ipotesi è che l'aggiunta di Tiotropio bromuro ai corticosteroidi non sia inferiore all'aggiunta di un LABA.

Ogni ciclo di trattamento ha avuto la durata di 14 settimane con un washout di 2 settimane tra i trattamenti.

L'outcome primario era il picco di flusso espiratorio ( PEF ) alla mattina; le misure di outcome secondario comprendevano il volume espiratorio forzato in 1 secondo ( FEV1 ) prima della broncodilatazione, il numero di giorni di controllo dell'asma, i sintomi dell'asma, l’impiego di un broncodilatatore di salvataggio, e le esacerbazioni di asma.

Sono state confrontate 3 strategie di trattamento. Un totale di 210 pazienti sono stati assegnati in modo casuale a ricevere: a) una doppia dose di glucocorticoidi per via inalatoria ( Beclometasone, 160 mcg, 2 volte al giorno ); b) 80 mcg di Beclometasone più 50 mcg di Salmeterolo, 2 volte al giorno; c) 80 mcg di Beclometasone più 18 mcg di Tiotropio bromuro, 1 volta al giorno .

Il Tiotropio bromuro è risultato superiore al raddoppio della dose di glucocorticoidi per via inalatoria nella misurazione PEF al mattino nei pazienti con asma non-adeguatamente controllata con Beclometasone per via inalatoria, 80 mcg, 2 volte al giorno. La differenza media è stata pari a 28.5 L/min ( P minore di 0.001 ).

La superiorità del Tiotropio più Beclometasone a basso dosaggio è stata anche dimostrata nella maggior parte degli endpoint secondari, tra cui PEF alla sera ( differenza di 35.3 L/min ( P minore di 0.001 ) e percentuale di giorni di controllo dell'asma ( differenza di 0.079 )( P=0.01 ).
Quando i pazienti hanno iniziato lo studio, il numero medio di giorni di controllo dell'asma era di 77 per anno; il raddoppio della dose di corticosteroidi ha prolungato, in media, di 19 i giorni senza sintomi; l'aggiunta al Beclometasone a basso dosaggio di Tiotropio bromuro ha aumentato il numero di giorni senza sintomatologia di 48 giorni.

Altre misure secondarie, tra cui FEV1 prima della broncodilatazione e i punteggi dei sintomi giornalieri, hanno mostrato, rispettivamente, una differenza di 0.01 L ( P=0.004 ) e -0.11 punti ( P minore di 0.001 ).

Inoltre, il Tiotropio bromuro è anche risultato non-inferiore rispetto al Salmeterolo in tutti gli endpoint valutati, e ha aumentato FEV1 pre-broncodilatatore più del Salmeterolo, con una differenza di 0.11 L ( P=0.003 ).

Questa è la prima volta che nei pazienti con asma si dimostra il vantaggio dell’aggiunta di un anticolinergico, Tiotropio bromuro, alla terapia corticosteroidea, rispetto a un aumento del dosaggio di corticosteroide per via inalatoria.
Inoltre il Tiotropio ha mostrato di possedere un’efficacia comparabile a quella del Salmeterolo, un beta-agonista a lunga durata d’azione, quando associato a un corticosteroide per via inalatoria. ( Xagena2010 )

Fonte: The New England Journal of Medicine, 2010



Farma2010 Pneumo2010




Indietro