Pneumobase.it
OncoPneumologia
Tumore polmone
Esmr

Chirurgia antireflusso per via laparoscopica per il trattamento della fibrosi polmonare idiopatica


Si ipotizza che l'anormale reflusso gastroesofageo acido svolga un ruolo nella progressione della fibrosi polmonare idiopatica.
Si è determinato se il trattamento dell'anormale reflusso gastroesofageo acido con chirurgia antireflusso per via laparoscopica sia in grado di ridurre il tasso di progressione della malattia.

Lo studio WRAP-IPF era uno studio randomizzato controllato di chirurgia laparoscopica antireflusso in pazienti con fibrosi polmonare idiopatica e reflusso gastroesofageo acido anormale reclutati da 6 Centri negli Stati Uniti.

Sono stati arruolati pazienti con fibrosi polmonare idiopatica, reflusso gastroesofageo acido anormale ( punteggio DeMeester maggiore o uguale a 14.7, misurato mediante monitoraggio del pH a 24 ore ) e capacità vitale forzata ( FVC ) preservata.

Sono stati esclusi i pazienti con una FVC inferiore al 50% previsto, un rapporto FEV1 / FVC inferiore a 0.65, una storia di malattia respiratoria acuta nelle ultime 12 settimane, un indice di massa corporea ( BMI ) superiore a 35 e una grave ipertensione polmonare nota.
È stata consentita la terapia concomitante con Nintedanib e Pirfenidone.

L'endpoint primario era la variazione di capacità vitale forzata dalla randomizzazione alla settimana 48, nella popolazione intention-to-treat.

Tra il 2014 e il 2016, sono stati esaminati 72 pazienti e ne sono stati assegnati casualmente 58 a ricevere un intervento chirurgico ( n=29 ) o nessun intervento chirurgico ( n=29 ).
27 pazienti nel gruppo operatorio e 20 pazienti nel gruppo senza chirurgia hanno avuto una misurazione FVC a 48 settimane ( P=0.041 ).

L'analisi intention-to-treat aggiustata per l'uso di antifibrotici al basale ha dimostrato che il tasso di variazione aggiustato della capacità vitale forzata nell'arco di 48 settimane era di -0.55 l nel gruppo operatorio e -0.13 l nel gruppo non-chirurgico ( P=0.28 ).
L'esacerbazione acuta, l'ospedalizzazione respiratoria e la morte sono state meno comuni nel gruppo operatorio senza rilevanza statistica.
La disfagia ( 8 su 28, 29% ) e la distensione addominale ( 4 su 28, 14% ) sono stati gli eventi avversi più comuni dopo l'intervento chirurgico.

La chirurgia laparoscopica antireflusso nei pazienti con fibrosi polmonare idiopatica e reflusso gastroesofageo acido anormale è sicura e ben tollerata.
In questa popolazione è necessario uno studio controllato, randomizzato e più ampio sulla chirurgia antireflusso. ( Xagena2018 )

Raghu G et al, Lancet Respir Med 2018; 6: 707-714

Pneumo2018 Gastro2018 Chiru2018


Indietro