Pneumobase.it
Tumore polmone
OncoPneumologia
Esmr

Diagnosi di fibrosi polmonare idiopatica con tomografia computerizzata ad alta risoluzione in pazienti con poca o nessuna evidenza radiologica di aspetto a nido d’ape


Le attuali linee guida per la diagnosi di fibrosi polmonare idiopatica richiedono conferma istologica dei campioni di biopsia polmonare chirurgica quando le immagini ottenute con tomografia computerizzata ad alta risoluzione non riescono a definire in modo chiaro la classica polmonite interstiziale.

È stato condotto uno studio per valutare il valore predittivo della tomografia computerizzata ad alta risoluzione in una coorte di pazienti con sospetta fibrosi polmonare idiopatica da un precedente studio randomizzato.

Lo studio randomizzato, in doppio cieco, controllato con placebo, multicentrico e di fase 3 ARTEMIS-IPF ha valutato Ambrisentan ( Volibris ) per adulti di età compresa tra 40 e 80 anni con fibrosi polmonare idiopatica ben definita e una percentuale uguale o inferiore al 5% di lesioni a nido d’ape nella tomografia computerizzata ad alta risoluzione.

A dicembre 2010, un’analisi intermedia ha mostrato mancanza di efficacia e lo studio è stato interrotto.

Nella seguente analisi di follow-on, sono stati analizzati i pazienti che furono valutati per ARTEMIS-IPF sottoposti a tomografia computerizzata come screening e a biopsia chirurgica del polmone come cura clinica standard.

Un radiologo e un patologo hanno valutato in modo indipendente e anonimo le scansioni di tomografia computerizzata e i campioni bioptici.

Sono stati calcolati il valore predittivo positivo e negativo della tomografia computerizzata ad alta risoluzione ( classificati come polmonite interstiziale classica, possibile polmonite interstiziale classica e inconsistente con polmonite interstiziale classica ) per la conferma dei pattern istologici della polmonite interstiziale classica.

Per 315 ( 29% ) dei 1087 pazienti sottoposti consecutivamente a screening nello studio ARTEMIS-IPF erano disponibili sia i risultati della tomografia computerizzata ad alta risoluzione sia i campioni bioptici chirurgici del polmone.

In totale, 108 dei 111 pazienti che soddisfacevano i criteri della tomografia computerizzata ad alta definizione per polmonite interstiziale classica hanno avuto la conferma istologica della patologia ( valore predittivo positivo 97.3% ), così come 79 degli 84 pazienti che soddisfacevano i criteri della tomografia computerizzata ad alta definizione per possibile polmonite interstiziale classica ( 94•0% ); 22 dei 120 pazienti hanno mostrato un pattern di tomografia computerizzata ad alta risoluzione incompatibile con polmonite interstiziale classica e la diagnosi che è stata confermata per via istologica come polmonite interstiziale classica possibile o come patologia non-identificata con polmonite interstiziale classica ( valore predittivo negativo 18.3% ).

In conclusione, in contesti clinici appropriati, per pazienti con pattern di polmonite interstiziale classica nella tomografia computerizzata ad alta risoluzione, la biopsia polmonare chirurgica potrebbe non essere necessaria per raggiungere una diagnosi di fibrosi polmonare idiopatica se gli esiti della tomografia computerizzata ad alta risoluzione fossero valutati nei Centri regionali da esperti che conoscono bene i pattern della polmonite interstiziale classica e la gestione della polmonite interstiziale idiopatica. ( Xagena2014 )

Raghu G et al, Lancet Respir Med 2014; 2: 277-284

Pneumo2014 Diagno2014



Indietro