GSK Infettivologia
Forum Infettivologico
Pneumobase.it
OncoPneumologia

Effetto della dose di Amoxicillina e della durata del trattamento sulla necessità di ritrattamento antibiotico nei bambini con polmonite acquisita in comunità: studio CAP-IT


La dose ottimale e la durata dell'Amoxicillina orale per i bambini con polmonite acquisita in comunità ( CAP ) non sono ben definite.

L'obiettivo di uno studio era verificare se una dose più bassa di Amoxicillina fosse non-inferiore a una dose più alta e se il trattamento di 3 giorni fosse non-inferiore a 7 giorni in uno studio multicentrico, randomizzato, di non-inferiorità che ha arruolato 824 bambini, di età pari o superiore a 6 mesi, con polmonite acquisita in comunità clinicamente diagnosticata, trattati con Amoxicillina alla dimissione dai Dipartimenti di emergenza e di degenza di 28 ospedali nel Regno Unito e 1 in Irlanda tra il 2017 e il 2019.

I bambini sono stati randomizzati a ricevere Amoxicillina orale a una dose più bassa ( 35-50 mg/kg/die; n=410 ) o più alta ( 70-90 mg/kg/die; n=404 ), per una più breve durata ( 3 giorni; n=413 ) o una durata maggiore ( 7 giorni; n=401 ).

L'esito primario era il ritrattamento antibiotico clinicamente indicato per l'infezione respiratoria entro 28 giorni dopo la randomizzazione. Il margine di non-inferiorità era dell'8%.
Gli esiti secondari includevano gravità / durata di 9 sintomi della polmonite acquisita in comunità segnalati dai genitori, 3 eventi avversi correlati agli antibiotici e resistenza fenotipica negli isolati colonizzanti di Streptococcus pneumoniae.

Degli 824 partecipanti randomizzati in 1 di 4 gruppi, 814 hanno ricevuto almeno 1 dose del farmaco di studio ( età mediana 2.5 anni; 421 maschi, 52%, e 393 femmine, 48% ), e l'esito primario era disponibile per 789 ( 97% ).

Per la dose più bassa rispetto a quella più alta, l'esito primario si è verificato nel 12.6% con una dose più bassa rispetto al 12.4% con una dose più alta ( differenza, 0.2% ) e nel 12.5% con un trattamento di 3 giorni versus 12.5% con trattamento di 7 giorni ( differenza, 0.1% ).

Entrambi i gruppi hanno dimostrato la non-inferiorità senza alcuna interazione significativa tra dose e durata ( P=0.63 ). Dei 14 endpoint secondari prespecificati, le uniche differenze significative sono state il trattamento di 3 giorni versus 7 giorni per la durata della tosse ( mediana 12 giorni vs 10 giorni; hazard ratio, HR, 1.2; P=0.04 ) e sonno disturbato dalla tosse ( mediana, 4 giorni vs 4 giorni; HR, 1.2; P=0.03 ).

Nel sottogruppo di bambini con polmonite acquisita in comunità grave, l'endpoint primario si è verificato nel 17.3% dei riceventi la dose più bassa rispetto al 13.5% dei riceventi la dose più alta ( differenza, 3.8%; P per interazione=0.18 ) e nel 16.0% con il trattamento di 3 giorni vs 14.8% con il trattamento di 7 giorni ( differenza, 1.2%; P per interazione=0.73 ).

Tra i bambini con polmonite acquisita in comunità dimessi da un Pronto soccorso o da un reparto ospedaliero entro 48 ore, l'Amoxicillina orale, somministrata in ambulatorio, alla dose più bassa è risultata non-inferiore alla dose più alta, e la durata di 3 giorni era non-inferiore alla durata di 7 giorni, per quanto riguarda la necessità di ritrattamento antibiotico.

Tuttavia, la gravità della malattia, l'impostazione del trattamento, gli antibiotici ricevuti in precedenza e l'accettabilità del margine di non-inferiorità richiedono considerazione nell'interpretazione dei risultati. ( Xagena2021 )

Bielicki JA et al, JAMA 2021; 326: 1713-1724

Inf2021 Pneumo2021 Farma2021


Indietro