Pneumobase.it
Esmr
OncoPneumologia
Tumore polmone

Effetto dell’HIV sulla sopravvivenza nei pazienti con carcinoma polmonare non-a-piccole cellule nell’era della terapia antiretrovirale altamente attiva


I pazienti con carcinoma polmonare infettati dal virus HIV ( virus della immunodeficienza umana ) hanno una sopravvivenza inferiore rispetto a quelli non-infettati.

Non è chiaro se questi dati restano validi nell’era dei trattamenti antiretrovirali altamente attivi ( HART ).

Uno studio ha esaminato l’effetto della infezione da HIV sull’esito clinico in pazienti con tumore del polmone, che stavano anche ricevendo trattamenti antiretrovirali altamente attivi.

Durante l’anno 2000, i pazienti con diagnosi di carcinoma polmonare non-a-piccole cellule con o senza infezione da HIV sono stati identificati nel registro SEER ( Surveillance, Epidemiology, and End Results ) e nel database Medicare sul carcinoma polmonare.

Nell’analisi, 71.976 pazienti con carcinoma del polmone non-a-piccole cellule sono stati identificati come controlli non-infettati e 322 sono stati inseriti nel gruppo HIV; l’età mediana era di 75 anni per entrambi i gruppi.

La sopravvivenza generale mediana per tutti gli stadi è stata di 7.0 mesi per i controlli senza infezione versus 8.0 mesi per il gruppo HIV ( p=0.16 ); per i pazienti con malattia di stadio I/II è stata di 37.0 mesi versus 43.0 mesi ( p=0.37 ); per quelli con malattia di stadio IIIA/IIIB è stata di 7.0 mesi versus 3.0 mesi ( p=0.051 ); e per quelli con malattia di stadio IV è stata di 3.0 mesi per entrambi i gruppi ( p=0.77 ).

Dopo aggiustamento per propensity score, la differenza di sopravvivenza nello stadio IIIA/IIIB non è più emersa ( hazard ratio, HR=0.88 ).

La sopravvivenza mediana per i pazienti infettati da virus HIV con carcinoma polmonare non-a-piccole cellule di stadio I o II sottoposti a resezione chirurgica è stata di 58.0 mesi per i controlli senza infezione versus 50.0 mesi per il gruppo HIV ( p=0.88 ).

In conclusione, non sono state notate differenze significative nell’esito clinico tra pazienti con tumore del polmone non-a-piccole cellule con infezione da HIV e controlli senza infezione.
La sopravvivenza dopo resezione chirurgica curativa in pazienti negli stadi iniziali è risultata simile nei pazienti con infezione da HIV e controlli senza infezione.
Questi dati suggeriscono che lo status HIV non dovrebbe influenzare le decisioni terapeutiche nel carcinoma polmonare non-a-piccole cellule. ( Xagena2012 )

Rengan R et al, Lancet Oncol 2012; 13(12): 1203-1209



Onco2012 Pneumo2012 Inf2012



Indietro