Pneumobase.it
OncoPneumologia
Esmr
XagenaNewsletter

L'emottisi è un grave sintomo con alla base condizioni potenzialmente minaccianti la vita


L’emottisi è un grave sintomo con varie eziologie. L'obiettivo di uno studio è stato quello di definire le eziologie, i risultati e le associazioni con il tumore al polmone nell’intera popolazione di un Paese ad alto reddito.

Lo studio multicentrico retrospettivo si è basato sui database di informazione medico-ospedaliera della Francia raccolti in 5 anni ( 2008-2012 ). br> E’ stata analizzata l'incidenza di emottisi, le eziologie, la distribuzione geografica e stagionale e la mortalità.
E’stata studiata la forma recidivante, l'associazione con il cancro del polmone e la mortalità in una analisi di follow-up di 3 anni.

Ogni anno, circa 15.000 pazienti adulti ( età media 62 anni, rapporto maschi / femmine 2:1 ) vengono ricoverati per emottisi o hanno manifestato emottisi come complicanza della loro permanenza in ospedale, rappresentando lo 0.2% di tutti i pazienti ricoverati in ospedale.

L’emottisi era criptogenetica nel 50% dei casi.

Le principali eziologie erano: infezioni respiratorie ( 22% ), tumore del polmone ( 17.4% ), bronchiectasie ( 6.8% ), edema polmonare ( 4.2% ), uso di anticoagulanti ( 3.5% ), tubercolosi ( 2.7% ), embolia polmonare ( 2.6% ) e aspergillosi ( 1.1% ).

Tra i casi incidenti, il tasso di recidiva a 3 anni è stato del 16.3%.

Dei pazienti con iniziale emottisi criptogenetica, il 4% ha avuto diagnosi di cancro ai polmoni entro 3 anni.

I tassi di mortalità durante il primo ricovero e a 1 anno e a 3 anni sono stati, rispettivamente, pari al 9.2%, 21.6% e 27%.

Questo è il primo studio epidemiologico che ha analizzato l’emottisi e i suoi esiti in una intera nazione. ( Xagena2015 )

Abdulmalak C et al, Eur Respir J 2015; 46: 503-511

Pneumo2015



Indietro