Pneumobase.it
Tumore polmone
OncoPneumologia
Esmr

Metastasectomia polmonare a torace aperto versus toracoscopica


I pazienti con malattia metastatica limitata nel polmone possono beneficiare della metastasectomia.

La toracotomia è considerata il gold standard, e la chirurgia toracoscopica video-assistita ( VATS ) è controversa, perché noduli non-visibili nelle immagini potrebbero essere persi quando la palpazione bimanuale è limitata.

Andando contro le raccomandazioni delle linee guida, la metastasectomia con intento terapeutico è ora eseguita con chirurgia toracoscopica video-assistita dal 40% dei chirurghi toracici intervistati.

La base di conoscenze per un ottimale approccio chirurgico è limitata a serie di casi e registri, e nessuno studio chirurgico comparativo è stato eseguito in cieco.

I pazienti considerati eleggibili per la metastasectomia polmonare con chirurgia toracoscopica video-assistita sono stati sottoposti prospetticamente a VATS ad alta definizione da un gruppo chirurgico, seguita immediatamente da toracotomia con palpazione bimanuale e resezione di tutti i noduli palpabili da una seconda squadra chirurgica durante la stessa anestesia.

Entrambi i team chirurgici non sono stati informati della valutazione reciproca preoperatoria della tomografia computerizzata e durante l'intervento chirurgico.

Gli endpoint primari erano il numero e la istologia dei noduli rilevati.

Durante un periodo di 12 mesi, sono stati arruolati 37 pazienti.

Entrambe le squadre chirurgiche hanno osservato esattamente 55 noduli sospetti di metastasi alla tomografia computerizzata.
Di questi, 51 noduli erano palpabili durante la chirurgia toracoscopica video-assistita ( 92% ), e durante la successiva toracotomia 29 noduli supplementari sono stati resecati: 6 ( 21% ) erano metastasi, 19 ( 66% ) erano lesioni benigne, 3 ( 10% ) erano linfonodi subpleurici e 1 era un carcinoma polmonare primario.

In conclusione, la moderna tecnologia VATS è sempre più utilizzata per la metastasectomia polmonare con intento terapeutico, ma diversi noduli non-visibili alle immagini, e quindi imprevisti, vengono spesso rilevati durante la successiva toracotomia.
Una percentuale rilevante di questi noduli è maligna, e, nonostante le tecniche di imaging moderne e la tecnologia chirurgica, sarebbero stati persi se la VATS fosse stata utilizzata esclusivamente per la metastasectomia con intento terapeutico. ( Xagena2012 )

Eckardt J et al, Chest 2012: 142: 1598-1602


Pneumo2012 Onco2012 Chiru2012



Indietro