Pneumobase.it
Tumore polmone
OncoPneumologia
Esmr

Il declino della percentuale di capacità vitale forzata ( FVC ) prevista, il calo della distanza percorsa a piedi in 6 minuti ( 6MWD ) e i ricoveri respiratori sono eventi associati alla progressione ...


L'emottisi è una delle principali cause di morbilità e mortalità nei pazienti con fibrosi cistica. Gli agenti antifibrinolitici hanno mostrato efficacia in una vasta gamma di disturbi e condizioni emo ...


Le combinazioni di antibiotici che includono macrolidi hanno mostrato tassi di mortalità più bassi rispetto ai beta-lattamici in monoterapia o combinati con fluorochinoloni nei pazienti con polmonite ...


La proteinosi alveolare polmonare è una malattia caratterizzata da un accumulo anormale di surfattante negli alveoli. La maggior parte dei casi è autoimmune ed è associata a un autoanticorpo contro ...


Dati preclinici hanno suggerito che Nintedanib ( Ofev ), un inibitore intracellulare della tirosin-chinasi, inibisce i processi coinvolti nella progressione della fibrosi polmonare. Sebbene l'effica ...


La tosse è un sintomo comune e disabilitante della fibrosi polmonare idiopatica ( IPF ), che può essere esacerbata dal reflusso acido. L'inibizione della secrezione di acido gastrico potrebbe potenz ...


La malattia polmonare interstiziale ( ILD ) è una manifestazione comune di sclerosi sistemica e una delle principali cause di morte per sclerosi sistemica. Nintedanib ( Ofev ), un inibitore della ti ...


Lo studio IMpower150 ha mostrato miglioramenti significativi nella sopravvivenza libera da progressione ( PFS ) e nella sopravvivenza globale ( OS ) con Atezolizumab ( Tecentriq ) più Bevacizumab ( Av ...


Nei pazienti con bronchiectasia non dovuta a fibrosi cistica, l'infezione polmonare da Pseudomonas aeruginosa è associata a frequenti esacerbazioni polmonari e ricovero in ospedale per il trattamento, ...


L'efficacia e la sicurezza di Nintedanib ( Ofev ), un inibitore della tirosin-chinasi intracellulare, in pazienti con fibrosi polmonare idiopatica sono state valutate in due studi clinici controllati ...


I dati a 5 anni dello studio clinico di fase Ib KEYNOTE-001 hanno dimostrato che Pembrolizumab ( Keytruda ) è sicuro ed efficace, e sostanzialmente è in grado di aumentare la sopravvivenza globale per ...


Sia la combinazione Nintedanib e Docetaxel sia le immunoterapie anti-PD-1 / PD-L1 hanno dimostrato efficacia come trattamento di seconda linea nei pazienti con adenocarcinoma polmonare avanzato. Que ...


L'efficacia e la sicurezza di Nintedanib ( Ofev ), un inibitore della tirosin-chinasi intracellulare, in pazienti con fibrosi polmonare idiopatica sono state valutate in due studi clinici controllati ...


L'eterogeneità nella progressione della fibrosi polmonare idiopatica ( IPF ) potrebbe riflettere la diversità nella patologia sottostante e rappresenta una sfida importante nella previsione della prog ...


La fibrosi polmonare idiopatica ( IPF ) causa una perdita irreversibile della funzione polmonare. Le persone con fibrosi polmonare idiopatica hanno aumentate concentrazioni di autotassina nel tessut ...